TEORIA DELLA COMUNITÀ LGBTQIA+

TEORIA DELLA COMUNITÀ LGBTQIA+

A cura di Nicola Reza Marsico

Questa sezione è puramente pedagogica e vuole riassumere tutte le nozioni che riguardano l’orientamento sessuale e l’identità di genere. Bisogna essere a conoscenza di tutte le realtà per acculturarsi in modo tale da evitare discriminazioni ma anche per capire quale orientamento o identità ci caratterizza meglio.

LGBTQIA+ è un acronimo che riunisce tutte le persone lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer, interrogate sull’identità – orientamento, asessuate e altro. Diventa fondamentale scoprire quali sono le varie realtà di orientamento sessuale e di identità genere

lgbt, lgbtq+, lgbtqai+
Una manifestazione per i diritti civili

Identità e orientamento: concetti essenziali

  • ORIENTAMENTO SESSUALE: Un’attrazione emotiva, romantica o sessuale intrinseca o immutabile per altre persone. NB: l’orientamento sessuale di un individuo è indipendente dalla sua identità di genere.
  • IDENTITÀ DI GENERE: Il concetto che definisce il senso di appartenenza di una persona ad un genere inteso come maschio, femmina, una combinazione di entrambi o nessuno dei due. In altri termini, come gli individui percepiscono sé stessi e come si identificano. La propria identità di genere può essere la stessa o diversa dal genere assegnato alla nascita.
  • ESPRESSIONE DI GENERE: Aspetto esterno della propria identità di genere, solitamente espressa attraverso il comportamento, l’abbigliamento, le caratteristiche del corpo o la voce, e che si conforma o non si conforma ai comportamenti socialmente definiti come maschili o femminili.
  • TRANSIZIONE DI GENERE: Il processo attraverso il quale alcune persone si sforzano ad allineare più strettamente la loro identità interna di genere con il loro aspetto esteriore. Socialmente, alcune persone potrebbero iniziare ad usare convenzioni (nome, vestiti, pronomi) dell’altro genere. Altri subiscono transizioni fisiche in cui modificano i loro corpi attraverso interventi medici.
  • DISFORIA DI GENERE: Distress clinicamente significativo che sovviene durante e dopo la transizione.
bandiere per l'orientamento sessuale
Bandiere di orientamento sessuale

LGBTQAI+: nozioni essenziali

  • LESBICA: Una donna la cui attrazione fisica, romantica e/o emotiva è verso altre donne. Alcune persone lesbiche si identificano come gay o come donne gay.
  • GAY: L’aggettivo descrive le persone con attrazioni fisiche, romantiche e/o emotive verso persone dello stesso sesso.
  • BISESSUALE: Una persona che può formare durevoli attrazioni fisiche, romantiche e/o emotive per quelli dello stesso genere o più di un genere. Le persone possono sperimentare questa attrazione in modi e gradi diversi nel corso della loro vita. Le persone bisessuali non devono aver avuto esperienze sessuali specifiche per essere bisessuali; possono anche non aver avuto alcuna esperienza sessuale per identificarsi come bisessuali.
  • TRANSGENDER: Un termine generico per le persone la cui identità di genere e/o espressione di genere differisce da quella assegnata alla nascita. Le persone sotto la categoria transgender possono descrivere sé stessi utilizzando diversi termini, tra cui non binario. Ad alcune persone transgender sono prescritti ormoni dai loro medici per portare i loro corpi in allineamento con la loro identità di genere. Alcuni subiscono un intervento chirurgico.
  • QUEER: Un aggettivo usato da alcune persone il cui orientamento sessuale non è esclusivamente eterosessuale. Questo termine include persone che hanno identità non binarie, fluide di genere o di genere non conformi. Una volta considerato un termine dispregiativo, queer è stato reclamato da alcune persone LGBTQIA+ per descriversi; tuttavia, non è un termine universalmente accettato anche all’interno della comunità LGBTQIA+. A volte, quando si vede la Q alla fine di LGBT, può anche significare “Questioning”. Questo termine descrive qualcuno che sta mettendo in discussione il suo orientamento sessuale o identità di genere.
  • ASESSUATO: Asessuale (o ace) si riferisce a qualcuno che sperimenta una limitata o nessuna attrazione sessuale. C’è anche il termine ‘demi sessuale’ (o demi), in questa categoria si definiscono le persone che sentono un’attrazione sessuale solo quando hanno una profonda connessione con qualcuno, ad es. nel contesto di una relazione d’amore. Gray sexual si riferisce all’area grigia tra l’essere sessuale e l’asessuato.
  • +: per tutto il resto: Fluido di genere o queer di genere: qualcuno la cui identità o espressione di genere può cambiare con il tempo. Potrebbero identificarsi come un uomo un giorno, una donna il giorno dopo, entrambi, o nessuno dei due. Non-binary: il termine utilizzato per le identità di genere che non sono esclusivamente femminili o maschili. Essi utilizzano pronomi come They/Them, per definire la loro esistenza plurale.  Agenda: qualcuno che non si identifica come avente un genere particolare. Il suo genere è neutro o indefinito. Poliamoroso: qualcuno che è aperto a molteplici relazioni romantiche e/ o sessuali allo stesso tempo. Two-spirit: termine usato dai nativi americani per descrivere un terzo genere.

Ideologie ed esigenze

Dopo aver preso conoscenza della teoria base del mondo LGBQTIA+, osserveremo, a livello pratico, quali sono le esigenze politiche e sociali della comunità in Italia. L’Arcigay è una delle associazioni Italiane più attive del mondo LGBTQIA+ e promotrici di una visione inclusiva della società Italiana. Fondata nel 1985, l’Arcigay aggiorna ed espone quali sono gli interessi e le richieste strutturali della comunità.

arcigay, lgbt

Le richieste politiche

  • Una delle richieste più pressanti è la parità dei diritti per le unioni civili. Nonostante l’introduzione delle Unioni Civili nel 2016, l’arcigay tiene a sottolineare che “tuttavia, il legislatore non ha voluto riconoscere l’esistenza e la legittimità piena delle famiglie omosessuali che hanno figli, e ha voluto anzi rimarcare la differenza tra famiglie eterosessuali e famiglie LGBTI. Arcigay si batte affinché questo tipo di discriminazione finisca e sia stabilita la piena uguaglianza nella società, nella cultura e nella legge italiana, affinché l’art.3 della nostra Costituzione sia pienamente rispettato.” L’obiettivo è quello di una piena uguaglianza per il matrimonio e per il riconoscimento della genitorialità sia dal punto di vista normativo che da quello culturale. Di conseguenza il valore chiave è quello dell’uguaglianza nella socializzazione degli individui e dell’uguaglianza difronte alla legge.
adozione coppie dello stesso sesso, lgbt
Dove è permessa l’adozione da coppie dello stesso sesso
  • Il tema dell’adozione è un’altra richiesta cruciale della comunità LGBTQIA+ in Italia. Secondo un’indagine IPSOS, per quanto riguarda i diritti all’adozione dei bambini, il 59% degli italiani è fortemente d’accordo, in aumento di ben 17 punti rispetto al 2013. Il 5% non è sicuro e il 36% si dichiara in totale disaccordo. Sul successo di crescita del bambino il 63% ha dichiarato di essere d’accordo, il 4% non è sicuro e il 33% è totalmente in disaccordo. La normativa sulle adozioni non fa nessun riferimento alle adozioni LGBQTIA+, corrisponde quindi ad un vuoto normativo che porta alla negazione del diritto.

Le richieste sociali

Secondo le analisi europee, oltre che a delle richieste normative ci sono anche numerose problematiche sociali ed ideologiche. L’European Union Agency for Fundamental Rights (2017) ha individuato 6 problematiche ulteriori:

European Union Agency for Fundamental Rights
  • Libertà di espressione: la comunità riscontra dei problemi nell’organizzazione di eventi pride tra le istituzioni e la cultura inclusiva viene spesso oscurata.
  • Incitamento all’odio: numerosi episodi di violenza e discriminazione verso persone LGBTQIA + spesso non tutelate a sufficienza (vedi DDL ZAN).
  • Trattamento della discriminazione: il contesto pubblico – privato tende a proteggere le persone per il loro orientamento ma non per la questione identitaria (es: i transgender sembrano i più esclusi dalle realtà lavorative).
  • Libera circolazione: alcuni stati non riconoscono l’unione tra persone LGBTQIA+ limitando la migrazione della coppia e la tutela a scala internazionale.
  • Protezione internazionale della comunità: diversi richiedenti asilo sono alla ricerca di protezione internazionale dalle persecuzioni di cui sono vittima a causa dell’orientamento sessuale o dell’identità di genere. Purtroppo, non sono autorizzati a farne richiesta.
  • Rettificazione di sesso: difficoltà nell’accesso alle terapie, nell’ottenere riconoscimento giuridico e parità di trattamento nella maggior parte degli ambiti della vita sociale

Movimento Giovani

'Il Giovane' è l'organo di scrittura ufficiale del Movimento Giovani, seguici sui social!

Leave a Reply